Che cos’è il Corano?

A decorated Quran cover

É lo Statuto dei musulmani da cui estraggono le prescrizioni e le leggi che regolano le loro faccende religiose e quotidiane. Il Corano si distingue dagli altri libri sacri dal fatto che:

  • É l’ultimo dei libri sacri Celesti, perciò Allah si è impegnato a custodirlo e a conservarlo intatto fino al giorno del Giudizio universale.
    Allah Altissimo dice infatti
    (15: 9): Noi abbiamo fatto scendere il Monito, e Noi ne siamo i custodi.
  • Contiene tutte le leggi che sono alla base della società virtuosa e tutti i diritti di ogni uomo.
  • Il Corano è un documento storico che chiarisce la concatenazione della rivelazione sui profeti e messaggeri e le loro vicende con i loro rispettivi popoli, da Adamo - pace su di lui- fino al profeta Muhammad- pace e benedizione di Allah su di lui.
  • Il Corano è stato rivelato a tutta l’umanità perchè potesse godere della felicità della serenità e della stabilità e perchè la guidasse dalle tenebre dell’ignoranza verso la luce dell’islam.
  • Il Corano è materia di recitazione, di memorizzazione, di insegnamento ed è materia di adorazione.

Dissero del Corano?

W. Durant dice nel suo libro Storia della civiltà:

Il Corano infonde nell’animo una fede semplice , chiara, lontana da ogni cerimoniale, libera da ogni idolatria. Si deve al Corano l’elevazione del livello morale e culturale dei musulmani. É a lui che si deve la creazione delle regole dell’ordine sociale e dell’unità sociale; è il Corano che li incita ad adottare le regole sanitarie e li libera dai fantasmi, dall’ingiustizia, dalle crudeltà. Il Corano ha migliorato le condizioni degli schiavi, degli umili. Nei vili ha infuso il senso della dignità e della nobiltà ed ha creato nei musulmani un livello di moderazione e di astinenza dalle passioni e desideri che non si riscontra in nessun’altra zona del mondo, abitata dall’uomo bianco. (W Durant: dal libro di Imad Addine Khalil p.64).

Nel suo libro: La civiltà araba, J. S. Restler scrive: L’islam può essere preso da tre diversi angoli di visione: il primo consiste nel considerarlo una religione; il secondo consiste a considerarlo uno stato, ed il terzo consiste nel considerarlo una cultura. In breve, è una civiltà unica, originale.