La sacra Kaaba

Pellegrini attorno alla Ka’ba durante il periodo dell’hajj. La moschea può ospitare oltre due milioni di persone nello stesso tempo
Pellegrini attorno alla Ka’ba durante il periodo dell’hajj. La moschea può ospitare oltre due milioni di persone nello stesso tempo

Quando Ismaele nacque da Hajer, moglie di Abramo, l’altra moglie di Abramo, Sara si ingelosì e ordinò ad Abramo di allontanarli; Allah rivelò ad Abramo di portarli tutti e due a Mecca. Abramo eseguì quello che gli fu suggerito e li portò là dove oggi c’è la Mecca, tornando a visitarli ogni tanto.

Interruppe poi le sue visite e un giorno venne mentre Ismaele tagliava una freccia vicino a Zemzem. Appena lo vide corse verso il padre. Abramo gli disse:

Ismaele, Allah mi ha dato un ordine da eseguire. Il figlio gli rispose: Esegui quello che Allah ti ha ordinato di fare. Il padre gli fece: Tu mi x aiuterai? Il figlio disse: Certo che lo farò Il padre allora gli confessò: Allah mi disse di costruire una casa là, ed indicò una collinetta sporgente.

Ersero le basi e si misero a costruire la casa: Ismaele portava le pietre e Abramo costruiva. Quando l’edificio prese dell’altezza, Ismaele gli portò quella pietra (al mukam), gliela mise ed il padre salì sopra per portare a termine la costruzione, mentre Ismaele continuava a portargli le pietre. I due lavoravano invocando il Signore dicendo:

O Signore ! Gradisca quello che Ti porgiamo! Sei Colui che Ode e Conosce tutto..... (Fath Al Bari; 3364).

La sacra Kaaba è il luogo verso cui i musulmani volgono il viso quando si mettono a pregare, perchè costituisce la prima casa che sia stata costruita sulla terra.

La sacra Kaaba è il simbolo dell’unità dello scopo e della fede dei musulmani; il fedele vi si volge col corpo, il cuore e l’anima e li indirizza verso Allah, Signore dell’Universo. In verità, Allah è ovunque l’uomo dirige lo sguardo; ma la sacra Kaaba è il luogo attorno a cui i musulmani eseguono la loro circonnambulazione, non per adorazione della Kaaba ma in adorazione di Allah Onnipotente. Allah dice infatti

(106:3 -4): Adorino dunque il Signore di questa Casa, Colui che li ha preservati dalla fame e li ha messi al riparo da [ogni] timore.