Il Corano e la funzione dei venti nella formazione delle nubi e della pioggia

Allah altissimo dice

(7:57): Egli è Colui che invia i venti, annunciatori e precursori della Sua misericordia. Quando poi recano una nuvola pesante, la dirigiamo verso una terra morta e ne facciamo discendere l’acqua con la quale suscitiamo ogni tipo di frutti. Così resusciteremo i morti. Forse rifletterete [in proposito].

Dice ancora

(15:22): I venti mandammo, portatori di fertilità, e dal cielo facemmo scendere l’acqua con la quale vi dissetiamo e che non sapreste conservare.

Con la scienza contemporanea, è stato provato che i venti sono portatori dei germi che come polline provocano la formazione di piante e la produzione di frutti dal polline. I venti portano anche polline per le nubi. La scienza contemporanea stabilisce che le nubi, la pioggia ed i venti sono connessi. Prima si credeva che la pioggia venisse giù dal cielo direttamente ma oggi si sa che sono i venti che provocano le nubi, innalzando il vapore dai mari e dagli oceani; raggruppano le nubi e continuano ad alimentare queste nubi col vapore d’acqua. Tra le altre verità scientifiche consolidate è che i venti non alimentano le nubi col solo vapore d’acqua, ma le alimentano anche con il polline con corpi e particelle minuscoli microscopici, ricchi in sali minerali chiamati: nuclei di densità che volano con i venti dai mari e dagli oceani.

Atmosphere
L’immagine dell ‘atmosfera tra le sue nuvole e venti.

Allah Eccelso dice

(30:48): Allah è Colui che invia i venti che sollevano una nuvola; la distende poi nel cielo come vuole e la frantuma, e vedi allora le gocce uscire da suoi recessi. Quando poi ha fatto sì che cadano su chi vuole tra i Suoi servitori, questi ne traggono lieta novella.

La scienza attuale stabilisce infatti le fasi che il versetto distingue nella formazione delle nubi: i venti portano i corpi microscopici ricchi di sali dai mari e dagli oceani e li innalzano alle alte sfere del cielo e questi nuclei di densità costituiscono i nuclei attorno ai quali si forma il vapore d’acqua che si eleva sotto forma di goccioline, si diffondono nel cielo formando le nubi. Poi dato che le goccioline di pioggia sono più pesanti dell’aria, lasciano le nubi e piovono sulla terra.

Allah Altissimo dice

(24:43): Non vedi che Allah spinge le nuvole e poi le raduna per farne ammassi? E vedi la pioggia scaturire dai loro recessi. E fa scendere dal cielo montagne gonfie di grandine. Colpisce con esse chi vuole e ne preserva chi vuole e per poco il lampo della folgore [che le accompagna] non rapisce la vista.
A cumulonimbus cloud
Un cumulonembo. Questa foto è stata scattata dal satellite della NASA. È come se un mano invisibile stasse spingendo le nubi verso il luogo di convergenza.

Questa è un’altra tappa della formazione delle nubi piovose: sono le nuvole ammassate oppure le masse di nuvole quando le piccole nubi si raggruppano e si ammucchiano le une sulle altre per formare nuvole verticali dalla forza delle correnti in direzione dell’alto, al punto di base della nuvola rispetto alle sue estremità. Questa estensione verticale della nuvola la fa spingere verso zone più fredde nella scorza atmosferica; così si formano le goccioline di pioggia ed i chicchi di grandine che si mettono a venire giù per il loro peso e le correnti atmosferiche non riescono più a portare. Il versetto indicato chiarisce anche che il freddo (la grandine) è responsabile o provoca quelle cariche elettriche che provocano poi il tuono e il lampo.

Rain clouds

(A) Fase 1 (b) Fase 2 (c) Fase 3

  • Tale verità è stata accertata dagli scienziati dopo decine di di anni di ricerca:
  • quando l’aria riesce ad isolare la carica negativa alta dalla carica positiva bassa,provoca uno svuotamento elettrico sotto forma di lampo.
  • Il lampo provoca un riscaldamento fortissimo ed improvviso della zona da cui è immesso; l’aria allora si estende e si spezza provocando il suono del tuono; ma quando la carica elettrica viene scaricata su un luogo della terra, il fenomeno è chiamato fulmine: Allah Altissimo dice: manda i fulmini e ne colpisce chi Egli vuole
Model for forked lighting
(a) La carica negativa concentrata nella parte inferiore della nubediventa abbastanza grande per vincere la resistenza dell’aria e sviluppa un fulmine zig zag rivolto verso il suolo. (b) dal suolo un flusso di cariche positive si concentrano verso l’alto. (c) Il flusso discendente di cariche negative incontra il flusso ascendente positivoe una forte corrente elettrica conosciuta come corsa di ritorno porta le cariche positive nella nuvola.
(13: 13): Il tuono Lo glorifica e Lo loda, e cosí gli angeli insieme nel timore di Lui. Scaglia i fulmini e colpisce chi vuole, mentre essi discutono su Allah, Colui che è temibile nella Sua potenza !.