L’islam e la pace

L’islam e la pace

Islam significa abbandono, resa e sottomissione ad Allah Altissimo nello scopo di obbedirGli, di salvarsi dall’associazionismo e dal peccato; non vi è un bene che Allah non abbia indicato e ordinato e non vi è un male o un peccato che non abbia vietato e consigliato di evitare; l’applicazione delle prescrizioni islamiche garantisce a tutti una vita di sicurezza, di pace all’ombra delle leggi che assicurano i diritti di tutti.

Allah Altissimo dice

(6: 151) Di’ : Venite, vi reciterò quello che il vostro Signore vi ha proibito e cioè: non associateGli alcunché, siate buoni con i genitori, non uccidete i vostri bambini in caso di carestia: il cibo lo provvederemo a voi e a loro.

L’islam è proprio la religione della pace globale con tutto quello che la parola contiene come significato: a livello interno della società o a livello dei rapporti fra popoli e stati nel mondo.

A livello interno della società islamica: Allah Altissimo infatti dice:

(33:58): E quelli che ingiustamente offendono i credenti e le credenti si fan carico di calunnia e di evidente peccato.

Il profeta disse da parte sua :

Il musulmano è colui che risparmia alla gente i misfatti della sua lingua e delle sue mani; il mugiahid è colui che fa il possibile per obbedire ad Allah; ed il muhagir è colui che sfugge gli errori ed i peccati. (Ibn Habban n° 4862).

A livello dei rapporti fra popoli: rapporti basati sulla sicurezza, la stabilità, la pace e la non aggressione.

Allah dice al riguardo:

(2: 208) O voi che credete! Entrate tutti nella Pace. Non seguite le tracce di Satana. In verità egli è il vostro dichiarato nemico.

Anzi l’islam prescrive la giustizia, consiglia la non aggressione anche di quelli che sono nemici dell’islam :

Allah infatti dice

(5:8): O voi che credete, siate testimoni sinceri davanti ad Allah secondo giustizia. Non vi spinga all’iniquità l’odio per un certo popolo. Siate equi: l’equità è consona alla devozione. Temete Allah. Allah è ben informato su quello che fate.

Assalam (la pace) è uno degli epitei di Allah Altissimo:

Allah dice

(9: 23): Egli è Allah, Colui all’infuori del Quale non c’è altro dio, il Re, il Santo, la Pace, il Fedele, il Custode, l’Eccelso, Colui che costringe al Suo volere, Colui che è cosciente della Sua grandezza. Gloria ad Allah, ben al di là di quanto Gli associano.

Pace è anche uno tra i nomi del Paradiso:

Allah infatti dice

(6: 127) : Avranno una dimora di Pace presso il loro Signore. Egli è il loro alleato per quello che hanno fatto.»

Pace è il saluto che si scambiano i beati del paradiso:

Allah infatti dice

(33: 44): Nel Giorno in cui Lo incontreranno, il loro saluto sarà: Pace. Egli ha preparato per loro generosa ricompensa.

Pace è infine il saluto che i musulmani sono soliti scambiare fra di loro.: (Assalamu aleicum)

un saluto che infonde tranquillità, calma, nell’animo di chi lo riceve e di chi lo esprime. Per lo straordinario senso di serenità che tale parola esprime e infonde nell’animo dei musulmani, il profeta stabilì che fosse uno degli elementi complementari dellla fede e disse:»Non farete ingresso in paradiso finchè non crediate in Allah, e non crederete in Allah finchè non vi amiate; vi potrei indicare il modo di amarvi: diffondete la pace tra di voi. (riferito da Muslim).

Il profeta stabilì inoltre che il saluto della pace fosse tra le migliori opere nel senso che appena espresso, ravvicina il cuore dei musulmani, stringe tra di loro affetto e fa dileguare ogni ira ed ogni odio; così alla seguente domanda fattagli:

Qual’è l’islam migliore?

il profeta rispose:

É quello che consiste a dare da mangiare all’affamato e a salutare chi conosci e chi non conosci. (consenso concorde).

Una siffatta religione, che stabilisce leggi e regole in tutti i campi delle relazioni e dei rapporti umani, nella guerra come in tempo di pace, nel matrimonio, nell’economia, nella politica, nelle pratiche cultuali e sociali; una religione che fonda i principi della società esemplare che definisce il rapporto del fedele con il Creatore, con la società e con l’ambiente in cui vive, una religione che anche se tutta l’umanità unisse le sue energie non riuscirebbe a stabilirne una simile, una siffatta religione è davvero degna di essere abbracciata, meritevole di essere sempre più diffusa e protetta, e non mai avversa..